Roma, 20 APR. 2015: “L’allarme lanciato dal procuratore aggiunto di Palermo Scalia non può essere ignorato né sottovalutato dal Governo. Un milione di profughi in arrivo vanno oltre ogni possibilità di accoglienza”. Così, in una nota, Mariastella Gelmini.

“Il dramma dei migranti che muoiono richiede risposte veloci ed efficaci e le parole di Federica Mogherini, secondo la quale mancherebbe una politica europea, non sono certo di conforto – spiega – Da parte nostra c’è la piena disponibilità a collaborare per ottenere dei risultati concreti. Se l’Europa non si decide a promuovere una iniziativa comune che vada oltre le parole, occorre una iniziativa forte delle Nazioni Unite perché si impedisca la partenza dalle coste libiche di centinaia di migliaia di migranti”.

“Serve una politica estera italiana che sappia interloquire efficacemente con le Organizzazioni Internazionali – conclude – Una capacità che l’Italia ha sempre avuto, e che va riattivata al più presto” (Ansa).