Gelmini, Forza Italia: Quirinale. Non ci siamo ma non si tratta coi tweet

Basta totonomi. Bene Alfano su linea comune dei moderati.

Roma, 3 gen. 2014:  ”Il Capo dello Stato non si elegge con un tweet”, Mariastella Gelmini, intervistata a Qn ribadisce la disponibilità, ma afferma è ”meglio parlarsi guardandosi negli occhi”. ”Forza Italia non da’ nomi. E Renzi non cerchi solo numeri”. Il metodo dei forzisti per l’elezione del successore di Napolitano, spiega è ”né nomi, né veti, ma un profilo politico”, ”il giochino del totonomi è un gran falò di personalità”. I paletti sono che dovrà essere ”autorevole in Italia ed europeista. Ma non schiavo dei tecnocrati di Bruxelles”. Una donna? ”Il Quirinale non è una questione di genere”, risponde. Nel comportamento del premier Matteo Renzi nota ”un pizzico di ambiguità. Una volta il nostro leader. Un’altra Grillo”. Quindi Gelmini spiega di aver ”apprezzato il leader Ncd Angelino Alfano. E dico sì a una linea comune tra i moderati. Basta non sia episodica” (ANSA).