Roma, 22 ott. 2015: “L’addio di Chiamparino alla presidenza della Conferenza Stato-Regioni e’ la dimostrazione che, anche nella sinistra, c’e’ chi non e’ disposto ad accettare le prevaricazioni del Governo.Le roboanti dichiarazioni del presidente del consiglio che intima a comuni e Regioni di non aumentare le tasse, si scontra fragorosamente contro la realtà di una legge di Stabilita’ che, come e’ già accaduto nel passato, taglia risorse e potenzialità agli enti locali.  Una legge inaccettabile destinata, ben al di la’ delle promesse del Governo, a tagliare i servizi e ad aumentare il peso delle imposte, comunque camuffate”. Lo afferma Mariastella Gelmini, vice capogruppo di Fi alla Camera (ANSA).