Roma 18 gen. 2014: “Come sempre in questi venti anni, il Presidente Berlusconi ha agito ancora una volta nell’ interesse superiore dell’ Italia. L’ accordo che si profila con il Pd è la conferma che quando il dialogo prevale sulle contrapposizioni è possibile costruire qualcosa di importante per il Paese. L’ intesa che si profila fra Berlusconi e Renzi, non è contro qualcuno ma è per costruire un passaggio nuovo in cui la politica smette di essere un terreno di scontri e litigi per diventare luogo di costruzione del futuro. Berlusconi ha saputo ricollocarsi al centro della scena dove lo hanno posto i milioni di consensi ricevuti in questi anni. A Renzi va dato atto di essersi mostrato un avversario leale, animato da quel principio di realtà che manca a molti dei suoi alleati di governo. Oggi si sono incontrati due innovatori e insieme hanno deciso che per cambiare l’ Italia bisogna voltare pagina. L’ agibilità politica che gli era stata negata, Berlusconi l’ ha di nuovo conquistata sul campo” (ANSA).