Roma, 21 nov. 2013:  “Le motivazioni depositate sul caso Ruby sono l’ ennesima dimostrazione di come la giustizia è uguale per tutti eccetto per qualcuno. E’ chiaro che tutto l’ impianto accusatorio si basa su congetture e solo indizi che hanno il solo scopo di screditare il presidente Berlusconi. Capo dello Stato e Commissione Europa hanno espressamente chiesto al Parlamento italiano di riformare la giustizia. Nonostante la volontà riformatrice di varie forze politiche non si procede in tal senso, in quanto per alcuni ciò significherebbe favorire il nemico di sempre, il nemico da abbattere ed estromettere dalla vita politica a qualunque costo e sopratutto con ogni mezzo.
Dopo l’ ennesima apertura da parte di una componente molto importante del Pd sul tema giustizia, spero, quanto prima, che il Parlamento inizi l’ iter per risolvere questo problema concernente non una singola persona ma milioni di italiani” (AGI).