Roma, 18 mar. 2014: “Il decreto che proroga gli automatismi di stipendio del personale della scuola, oggi in discussione in Aula, non è il primo provvedimento del Governo Renzi, come si vuol far credere: sana, in realtà, un “pasticcio” creato dal precedente Governo Letta, che con enfasi aveva annunciato l’ aumento degli stipendi per il comparto scuola, salvo essere smentito da una nota del Ministro dell’ economia dello stesso Governo, che formalizzava la richiesta di restituzione di 150 euro al mese agli insegnanti ed ai tecnici che avevano percepito nel 2013 gli aumenti economici per gli scatti di anzianità maturati nel 2012 e senza che il Ministero dell’ istruzione ne fosse a conoscenza. Sanato l’ errore commesso dal Governo Letta, attendiamo da Renzi proposte concrete sulla scuola” (Dire).