Roma, 9 giu. 2015: “Se persino la commissione affari costituzionali del senato non e’ stata in grado di dare il suo parere di costituzionalità alla nuova riforma della scuola di Renzi vuol dire che il problema esiste, che occorre fermarsi e ragionare sui punti più controversi”. Lo dice la vice capogruppo di Forza Italia alla Camera Mariastella Gelmini.

“Forzare la mano – aggiunge  – non serve a nessuno e sarebbe deprecabile assistere in aula alla resa dei conti fra fazioni contrapposte del Pd su un tema cosi’ delicato e importante per le famiglie italiane.  Meglio prevedere un decreto stralcio e realizzare il piano straordinario delle assunzioni evitando di partorire una brutta riforma, purché questo piano straordinario sia equo e non perpetri le ingiustizie del passato, segmentando la platea del precariato ed alimentando una lotta per la sopravvivenza di cui la scuola non ha bisogno” (ANSA).