Roma, 2 mar.2014: “La nuova Tasi fa paura, soprattutto in una città come Milano dove gia’ nel 2013 le tasse sono state un incubo. Oltretutto la prevista stangata sugli immobili produttivi indebolirà ogni tentativo di uscire dalla crisi. E’ un rischio concreto quello di aumenti consistenti su negozi, uffici, capannoni (oltre che sulle seconde case) per il fatto che nei Comuni che hanno già portato al massimo le aliquote Imu nel 2013 la super-Tasi diventa necessaria per varare le detrazioni necessarie a evitare che il nuovo tributo sia più pesante della vecchia Imu.
Di fatto l’ Imu sulla prima casa rimane e, in più, immobili produttivi e seconde case subiranno il contraccolpo della super-Tasi, cioè dell’ aliquota aggiuntiva dello 0,8 per mille. Forza Italia non lascerà soli cittadini e imprenditori. Saremo al fianco dei milanesi per denunciare, se ci sarà, il ricorso all’ ennesima stangata fiscale in una città come Milano già scottata da un’ Amministrazione che per ripianare i suoi debiti ha infierito sui cittadini a suon di tasse e aumenti. Noi di Forza Italia difendiamo, unici rimasti a farlo, il ceto medio” (ITALPRESS).