Roma, 10 nov.2013:  “La nostra allegra, responsabile e moderata brigata di governo preferisce buttarsi a terra, non vedere e chiamare in soccorso Repubblica e una vuota stabilità in questa sua coraggiosa battaglia per estirpare l’ estremismo”. Così Mariastella Gelmini, commentando l’ atteggiamento dei ministri del centrodestra che, sostiene ancora, “vittime di un disegno furbo e inconcludente, da loro stessi architettato e che di ora in ora dimostra sempre più scarsa visione e fiato corto”.
Per Gelmini è ingiustificabile “il tentativo di avvelenare il dibattito che precede l’ appuntamento del 16 novembre. Lo si fa definendo ‘ estremisti’ tutti coloro che sollecitano il governo ad un’ azione incisiva, evitando un confronto vero sui contenuti della legge di stabilità, scegliendo invece di buttarsi a terra – come nel calcio – simulando l’ incattivimento immorale dell’ avversario (il metodo Boffo) (Agi).