Roma, 31 ott. – L’analisi è impietosa e il risultato ci preoccupa molto. Il peggior dato è quello dell’astensione che manifesta una sfiducia profonda nei partiti. La scelta di Alfano e Berlusconi di proseguire con le primarie è una scelta giusta e coraggiosa per dare identità a questo partito e avviare un dibattito serio sui contenuti.

Sui motivi che hanno innescato al sfiducia della popolazione verso i partiti, pesano molto gli scandali. Si sono succeduti esempi negativi di utilizzo di ruoli amministrativi per arricchimento personale. È chiaro che non tutta la politica può essere accumunata a Fiorito, ma bisogna riflettere.