Roma, 11 dic. – “Berlusconi da sempre ha un forte spirito di rinnovamento e la politica ne ha bisogno. L’obiettivo di Berlusconi è quella di creare una forte alleanza di centrodestra per battere un Pd fortemente legato alla sinistra e alla Cgil. Nel nostro Paese abbiamo bisogno di crescita e la ricetta liberale è sicuramente più efficace”.

“Agli italiani sono stati chiesti molti sacrifici, non si possono privare anche del diritto di voto. La legislatura sarebbe comunque a termine e pensare che i mercati a fronte della discesa di Berlusconi possano condizionare lo scenario, lo trovo illiberale”.

“Oggi senza populismi e demagogia dobbiamo presentare una ricetta riformista. Un esempio è la riforma del mercato del lavoro: su quanto fatto finora noi reputiamo negativo l’intervento del Pd su quella riforma che secondo noi oggi dovrebbe essere corretta”.

“Mentre la sinistra spera che non scenda in campo, noi rispettiamo al sua scelta e siamo pronti a confrontarci”.

“Prima delle discese in campo di Berlusconi, tutti davano per scontata la vittoria di Bersani, mentre questo atteggiamento segna paura che possa vincere, altrimenti non lo avrebbero considerato”.

“Prematuro parlarne per capire se ci saranno le condizioni a Milano e Roma per l’alleanza, altrimenti non ci sarà alcun ticket. Un’alleanza tattica non ci interessa, serve un ragionamento molto serio. Zaia? Auguri alla Lega, noi di problemi a correre soli non ne abbiamo”.

Così Mariastella Gelmini oggi a Tgcom24