Roma, 07 set. – Complimenti a Draghi. Con lui la BCE fa quel che avrebbe da sempre dovuto fare la banca dell’Europa. Da Draghi una lezione politica all’Europa politica, sempre indecisa, sempre in ritardo, e da ieri meno tedesca.