Gelmini, PdL: Casini alleato di seguaci Zapatero

Roma, 02 ago. – Casini dopo aver scomodato paragoni storici un poco forzati (Kohl-Mitterrand) per illustrare l’intesa cordiale 2013 tra democristiani e socialisti, rischia di ritrovarsi in un cartello elettorale che di democristiano non ha niente ed appare piuttosto ispirarsi per un verso a Zapatero e per l’altro, nelle tasse e nella patrimoniale, ai laburisti prima di Blair o ai socialisti prima di Craxi. Insomma, evidentemente Casini è disponibile a sacrificare sull’altare di un disegno di corto respiro o del tutto personale i valori fondanti dell’Udc e del Ppe in cambio del miraggio di un consenso che le contraddizioni di una alleanza contronatura non gli potranno dare.

Sottoscrivi la nostra Newsletter

Per restare in contatto con noi

Condividi questo post con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Connettiti con Mariastella

Seguimi sui Social