Gelmini, Pdl: Concordo con Squinzi, riforma Fornero ha penalizzato i giovani

Roma, 13 giu. 2013: “Concordo con il presidente di Confindustria Squinzi sulla riforma Fornero, lo dicevamo prima e dopo l’ approvazione che non andava bene: la legge deve essere al più presto rivista perché invece di introdurre maggiore flessibilità in entrata, irrigidisce il mercato del lavoro e penalizza ancora di più le giovani generazioni. Quando tutti i giorni muovevamo le critiche, come Pdl, al governo Monti, ci veniva risposto che bisognava aspettare di monitorare gli effetti della riforma, che, sostenevano i ministri del governo Monti, sarebbero stati positivi. Oggi, possiamo dire che avevamo ragione noi, infatti, il trend non si è invertito, ma al contrario la disoccupazione in generale è aumentata, e si è accanita in particolare proprio con i giovani se consideriamo che gli ultimi dati Istat mostrano che quelli senza lavoro sono il 40 per cento sotto i 25 anni. Nemmeno nelle più catastrofiche previsioni era stata ipotizzata una simile tragica percentuale. Bene dunque che il governo sia impegnato su una serie di provvedimenti per sbloccare la situazione, dalla defiscalizzazione del costo del lavoro, a misure che stabiliscano maggiore flessibilità in entrata, al potenziamento dell’ apprendistato, sul quale c’è una proposta mia e di Sacconi che punta alla semplificazione con regole certe in merito alla formazione in azienda”. (AGENPARL)