Palermo, 19 maggio 2013: ”Non è questo il tempo delle polemiche,
sono invece necessarie proposte percorribili che consentano di riformare il Paese. Che Epifani tenti di punzecchiare Berlusconi e il Pdl nel tentativo poco originale di provare ad entrare in sintonia con la base più estrema del Pd è una operazione comprensibile ma rischiosa in questa fase. In ogni caso non è parlando di ineleggibilità del maggior leader del centrodestra che il Pd apporta stabilità al governo Letta e da’ prospettiva al percorso delle riforme. Quindi farebbe meglio a smetterla”. (ITALPRESS).