Gelmini, PdL: da Napolitano invito ad abbandonare statalismo

Roma, 1 gen. – «Del discorso del Presidente Napolitano, specialmente dedicato ai giovani, ho apprezzato il tratto liberale di una filosofia che invita, con equilibrio, ad abbandonare la vecchia sirena statalista. E richiama con forza alla responsabilità di un cambiamento non più rinviabile di fronte alla sfida del mercato globale e delle sue incerte prospettive». Lo afferma Mariastella Gelmini, PdL, commentando le parole del Capo dello Stato, nel consueto discorso di fine anno.

«Con la saggezza di chi ha attraversato e superato momenti assai difficili – continua il deputato – Napolitano ricorda che non dobbiamo certo nasconderci i problemi e le dure prove da affrontare e che dobbiamo farlo soprattutto per puntare meglio e di più sulle potenzialità ed il talento italiani. Penso anch’io che la fiducia in noi stessi ed il concorso di tutti siano la prima medicina per tornare in salute e ritrovare tutte le energie positive di un’Italia  che sappia vincere anche questa partita».

Mariastella Gelmini, è deputato del PdL. Inizia la propria carriera politica nel 1998, quando è prima tra gli eletti al Comune di Desenzano del Garda, per Forza Italia. Dal 2002 diviene Assessore al Territorio della Provincia di Brescia e dal 2004 all’Agricoltura. Nel 2005 è consigliere regionale della Lombardia e coordinatrice regionale di Forza Italia. Deputato nel 2006 e nel 2008 (Lombardia II), è stata Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel Governo Berlusconi IV (8 maggio 2008-16 novembre 2011).

Nell’attuale legislatura, è componente della VII (Cultura, Scienza e Istruzione) e della X Commissione (Attività produttive, Commercio e Turismo) della Camera dei Deputati.