Roma, 19 ott. 2013: “La procura chiede l’ interdizione  per due anni ai danni di Berlusconi e il collegio giudicante di Milano risponde. Nulla di nuovo anzi tutto secondo copione. A maggior ragione Berlusconi è e resta a pieno titolo il leader del centrodestra, nessuna sentenza potrà mai privarlo del consenso e della fiducia di milioni di elettori ormai persuasi dei danni che l’ uso politico della giustizia sta recando al paese” (Adnkronos).