Roma, 26 set. 2013:  “Di fronte al desiderio della sinistra di chiudere per via giudiziaria – forzando l’ interpretazione sulla retroattività della Legge Severino – la stagione berlusconiana, l’ unico modo per reagire con forza e orgoglio senza subire ricatti è quello di dare un segnale di forte coesione nel partito e di solidarietà a Silvio Berlusconi. Per questo noi auspichiamo che da parte del PD venga un ravvedimento che porti a riconsiderare e con lucidità e serenità il loro voto e la loro posizione a riguardo. Non chiediamo una diversa valutazione della sentenza della Cassazione, ma che Berlusconi venga considerato come qualsiasi altro senatore e abbia il diritto alla difesa” (Italpress).