Roma, 17 mag. 2013 – “Grande soddisfazione per il primo atto importante del Governo Letta. Lo stop al pagamento dell’ Imu sulla prima casa e sui terreni e fabbricati funzionali alle attività agricole è un primo importante passo verso la complessiva riforma della tassazione degli immobili in Italia che ad oggi è tra le più alte in Europa. Grazie alla sospensione, il mese prossimo resteranno nelle tasche degli italiani 2,1 miliardi di euro che fungeranno da stimolo ai consumi ed alla crescita economica. La futura deducibilità dell’ Imu pagata sugli immobili strumentali rappresenterà anche una prima risposta al grido di dolore delle imprese”.  (Vid/ Dire)