Berlusconi non disponibile al confronto con tutti i dirigenti

Roma, 14 giu. 2013: “Il nuovo corso dovrà essere un mix tra innovazione e esperienza. L’ innovazione da sola non basta, e non buttiamo via l’ esperienza”. Lo dice al Messaggero l’ ex ministro Mariastella Gelmini a proposito della rivoluzione che sta preparando Berlusconi per il partito: ”una risposta al campanello d’ allarme che hanno suonato gli elettori. Nessuna lite, siamo in una fase di discussione e ci confrontiamo in maniera serena. Non c’ è lo scontro, di cui si legge, tra fautori del partito pesante e sostenitori del partito leggero. Il finanziamento pubblico non c’ è più e dobbiamo tutti insieme trovare un modello di partito compatibile con questa nuova realtà. La discussione non è conclusa e Berlusconi è disponibile al confronto con tutti i dirigenti”.
Anche sul nome il confronto ” è aperto”. La proposta avanzata è Forza Italia. Tuttavia, sottolinea l’ ex ministro, ”non si torna mai indietro. Serve l’ apertura alla società civile ma anche la forza della competenza e dei saperi di chi fa politica e vuole fare buona politica. E comunque, l’ obiettivo è quello di un partito nuovo non solo dal punto di vista della raccolta dei fondi ma anche sotto il profilo delle proposte, dei programmi, del linguaggio, dei valori. Berlusconi nomi non ne ha  fatti. Comunque ci saranno imprenditori che ci daranno una mano. E stiamo sondando alcune persone”. (ANSA).

QUI trovate l’intervista integrale all’On. Gelmini pubblicata su Il Messaggero.