Roma, 15 lug. 2013: “Comprendiamo la fretta di Repubblica di archiviare l’ esperienza del governo Letta. Tutto fa brodo. Ma non al punto di anticipare giudizi e condanne per azioni, comportamenti e responsabilità  individuali che vanno prima conosciuti e poi eventualmente sanzionati, a tutela di diritti violati e del buon nome italiano. Noi che facciamo politica senza ricorrere a veleni e teoremi siamo certi che Angelino Alfano farà assoluta chiarezza sull’ intera vicenda e gli confermiamo la nostra fiducia e stima” (Ansa).