Roma, 20 mag. 2013: “Andare a parlare di cambio di legge elettorale agli esodati, agli interessati alla cig in deroga e a coloro che non arrivanoi alla terza settimana del mese risulta
un’ operazione di corto respiro e dalla dubbia vocazione riformatrice. Anche per questo sarebbe bene avviare nei tempi dovuti un percorso di riforma della forma Stato e contestualmente di modifica della legge elettorale. Ma le emergenze da cui è bene partire sono il rilancio dell’ economia e il sostegno a imprese, famiglie e lavoratori”. (Com/Vid/ Dire)