Roma, 21 giu. – Un’aggressione indegna e ignobile, quella nei confronti del Capo dello Stato e presidente del Csm, Napolitano. Non possiamo accettare che prosegua un momento di più tale tentativo di destabilizzazione del Quirinale, nella sua figura del Presidente della Repubblica, personalità integerrima e di altissimo rigore morale, preziosa guida per il paese.

La legittima ricerca della verità sul periodo delle stragi di mafia degli anni ’90 e sulla presunta trattativa tra Stato e mafia, non può essere deviata verso faziose e manipolate versioni dei fatti. Questa vergognosa campagna di illazioni e veleni è pericolosa e
irresponsabile, le forze politiche si compattino per interromperla subito.