Roma, 6 ago. 2013: “L’ intervista del giudice Esposito presenta modalità incomprensibili”. A dirlo è Mariastella Gelmini, intervenuta a RadioAnch’ io su Radio1 Rai in merito all’ intervista, poi smentita, nella quale il presidente della sezione feriale della Cassazione parla della condanna di Silvio Berlusconi.
“Questo processo nel quale è stato condannato in terzo grado Silvio Berlusconi ha veramente delle profonde anomalie dal fatto che il Presidente di Mediaset Confalonieri sia stato ritenuto del tutto estraneo alla vicenda, com’ è giusto che sia, ma che allo stesso tempo chi in quel periodo faceva ed era impegnato ad essere Presidente del Consiglio sia stato più responsabile di chi lavorava in Mediaset e quindi debba essere
condannato. E’ un qualcosa che non si comprende, una modalità incomprensibile perché Berlusconi non era in Mediaset e in quel momento non era impegnato tanto meno ad occuparsi di diritti televisivi; aveva un ruolo ben preciso, quello di Presidente del Consiglio” (AGI).