Gelmini, PdL: parole Napolitano sono ingerenza indebita

Roma, 16 feb. – Le parole del Presidente Napolitano suonano come una ingerenza del tutto indebita nella campagna elettorale. E rappresentano purtroppo il coronamento di una serie di fatti e atti che hanno fatto di questa legislatura la legislatura delle anomalie istituzionali: dalla Presidenza della Camera divenuta figura partigiana capace di influire e condizionare i lavori parlamentari, alla nomina di un senatore a vita che un anno dopo diventa leader di una formazione politica, fino all’endorsement del Presidente, ieri, negli Stati Uniti, a poche ore dall’intervento di Wolfgang Schauble in Germania. Non sono evidentemente così certe le previsioni di un’affermazione dell’ asse Bersani-Monti se lo stesso Presidente si spende in questa direzione. Gli italiani sono avvertiti e Grillo certo ringrazia.