Gelmini, Pdl: Partiti. Maggioranza si spacca: Il Pd viola accordi

Roma, 24 set. 2013: Dopo l’ omofobia, si profila una nuova rottura alla Camera in maggioranza. Pd e Pdl non riescono a
trovare la ‘quadra’ sugli emendamenti al ddl per abolire il finanziamento pubblico ai partiti. Il nodo più spinoso è quello
del tetto ai finanziamenti dei privati che il Partito democratico, con un suo emendamento depositato in commissione
Affari costituzionali alla Camera, chiede sia di 100mila euro. Contrario il partito di Silvio Berlusconi che denuncia una
“violazione” degli accordi.
Uno dei relatori, Mariastella Gelmini, ammette l’ impasse. E ai microfoni di Sky tg24, spiega: “Spero che domani si riesca ad
andare in aula. Nel ddl ci sono provvedimenti importanti. Noi siamo fermi al testo del governo che vede la nostra totale disponibilità e saremmo pronti a votarlo anche domani. Il problema è che sono stati presentati emendamenti che stravolgono
il testo del governo e che invece di proporre l’ abolizione del finanziamento pubblico mettono freni importantissimi al
finanziamento privato. Se si cambiano le carte in tavola cambia anche la nostra posizione”.
Gelmini denuncia che il Pd “sta violando l’ accordo che era stato fatto in Consiglio dei ministri. Noi pensiamo che disincentivare il finanziamento dai privati mentre si abolisce il finanziamento pubblico non sia logico. Chiediamo al Pd di rivedere la sua posizione” (DIRE).

Sottoscrivi la nostra Newsletter

Per restare in contatto con noi

Condividi questo post con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Connettiti con Mariastella

Seguimi sui Social