Gelmini, PdL: rendere l’ingresso nel mondo del lavoro meno oneroso e burocratico

Mariastella Gelmini, deputato PdL, interviene nel dibattito che sta accompagnando la riforma del mercato del lavoro, esprimendo apprezzamento per le parole di Cicchitto e sottolineando come «Se vogliamo rivedere l’art. 18, garantendo di più il lavoratore in uscita, è sacrosanto bilanciare il versante in entrata: rendendo quindi l’ingresso meno oneroso e burocratico».

«Non tutte le modifiche vengono per nuocere. Se vogliamo rivedere l’art. 18, garantendo di più il lavoratore in uscita, per ragioni economiche, è sacrosanto bilanciare – come fa rilevare Cicchitto – il versante in entrata: rendendo quindi l’ingresso meno oneroso e burocratico e accogliendo le osservazioni che sono giunte proprio da chi deve ritrovare coraggio e voglia di rischio nell’investire, vale a dire il mondo vitale delle piccole e medie imprese». Lo afferma l’on. Mariastella Gelmini, PdL, intervenendo nel dibattito che accompagna l’approvazione in Consiglio dei Ministri del DL di riforma del mercato del lavoro.

 

 

Mariastella Gelmini, è deputato del PdL. Inizia la propria carriera politica nel 1998, quando è prima tra gli eletti al Comune di Desenzano del Garda, per Forza Italia. Dal 2002 diviene Assessore al Territorio della Provincia di Brescia e dal 2004 all’Agricoltura. Nel 2005 è consigliere regionale della Lombardia e coordinatrice regionale di Forza Italia. Deputato nel 2006 e nel 2008 (Lombardia II), è stata Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel Governo Berlusconi IV (8 maggio 2008-16 novembre 2011).
Nell’attuale legislatura, è componente della X Commissione (Attività produttive, Commercio e Turismo) della Camera dei Deputati.

Fonte: mariastellagelmini.it