Roma, 24 giu. 2013:  – “La giustizia del ‘te la faremo pagare’, la sentenza senza uno straccio di prova, nonostante la prova generale per una società del “grande fratello” (e del molto denaro pubblico speso inutilmente in intercettazioni) ha trovato finalmente la sua rappresentazione finale. Certa magistratura – a Milano, nel silenzio generale – non amministra la giustizia, bensì l’ etica, nonostante le smentite di decine di testimoni e
l’ assenza di una prova: come accade in ogni teocrazia che si rispetti. Questa sentenza porta dunque un’ altra pietra al monumento della magistratura come contro potere giudicante di chi sia titolato o meno a governare il nostro Paese. Berlusconi è, nonostante tutto, più forte di prima. Cresce il numero delle persone che gli sono vicine anche per questa dolorosa persecuzione cha va avanti da venti anni. Il Presidente Berlusconi deve sapere che tanti lo stimano sia come persona che come leader”. (Rai/ Dire)