Roma, 14 mag. 2013: “Sebbene sia stato inferto al Pdl un colpo durissimo che legittimerebbe reazioni di qualunque tipo, da parte nostra non ci sarà alcun fallo di reazione. Noi non rispondiamo a un atto ingiusto con un atto altrettanto ingiusto. Vogliamo tenere separate le questioni giudiziarie dalle vicende politiche”. Cosi’ Maria Stella Gelmini, vicecapogruppo Pdl alla Camera, a Prima di tutto, su Radio 1. ”A me ha sorpreso l’ equilibrio e il senso di responsabilità del Presidente Berlusconi, equilibrio e responsabilità che io al suo posto, non avrei avuto, lo dico francamente. L’ accusa mossa a Berlusconi è durissima e i toni della requisitoria del pm la dicono lunga sull’ imparzialità della procura di Milano che è arrivata ad utilizzare toni quasi razzisti nei confronti della signorina Ruby. Quella di ieri è stata una giornata pesante, ma siamo determinati a tenere distinte le questioni giudiziarie dall’ appoggio al governo Letta che incalzeremo affinchè si facciano le riforme che ci stanno a cuore: oltre alla casa, anche la riforma del costo del lavoro, che peraltro avevamo gia’ iniziato a fare nell’ ultima legge di stabilità dove Brunetta per il Pdl e Baretta per il Pd avevano ottenuto un abbassamento del cuneo fiscale e una riduzione del costo del lavoro”.  (ANSA)

QUI potete ascoltare il podcast dell’intervento completo dell’On. Gelmini a Prima di tutto.