Roma, 11 set. – Noi restiamo fedeli ad un’idea semplice e grande: riunire i moderati italiani sotto le ali del Partito Popolare Europeo e sfidare la sinistra su di un programma liberale e riformatore. Che l’Europa ci chiede.

Non ci interessano le alleanze contraddittorie e confuse, di solo potere, tra chi è con Monti e chi gli vota sempre contro. Durerebbero lo spazio di un mattino: dobbiamo dare agli italiani un governo capace, unito e deciso. Tutto il contrario di quel che si appresta a fare Casini.