Da Il Piccolo

Il quartier generale dei berlusconiani in via San Francesco preso d’assalto da decine di sostenitori e curiosi.

Trieste, 11 gen. 2014: La vicecapogruppo vicario di Forza Italia alla Camera Mariastella Gelmini ha fatto tappa a Trieste per inaugurare la nuova sede del partito. Sede presa d’assalto da decine di sostenitori, simpatizzanti e semplici curiosi accorsi per l’occasione.

Affiancata dalla parlamentare Sandra Savino, neo coordinatrice dei berlusconiani del Friuli Venezia Giulia, e del consigliere regionale Bruno Marini, l’ex ministro dell’Istruzione ha espresso forti perplessità sul caso-Piemonte: «Non voglio entrare nel merito, ma una sentenza che dopo quattro anni sancisce che un presidente di Regione ha governato tutto quel tempo senza avere i voti mi trova decisamente dubbiosa. La “normale anomalia” della giustizia italiana conosce ogni giorno nuovi traguardi. La sentenza del Tribunale amministrativo del Piemonte ha cesellato una sentenza di nullità per l’elezione del Consiglio regionale ad un anno dalla prossima tornata elettorale. La giustizia, si è soliti ripetere con una punta di ipocrisia, non ha tempi né obiettivi se non quello di ristabilire la legalità violata. Fingiamo che sia davvero così, sarà anche da chiedersi, però, che giustizia è mai quella che lascia per quattro anni nell’incertezza della legittimazione democratica un’intera Regione»

Gelmini ha anche auspicato che le elezioni europee diventino anche la data per le politiche: «Non perché vogliamo per forza portare gli italiani al voto, ma perché vogliamo un governo che faccia qualcosa».