Roma, 9 sett.: “Il Pdl condivide la decisione  assunta dal governo Letta e in particolare dal ministro Carrozza di  accompagnare l’ avvio dell’ anno scolastico con misure che, ancorché  circoscritte, agevolino il funzionamento della scuola italiana.  Condividiamo, in particolare, lo sforzo di individuare risorse per
garantire una adeguata presenza di insegnanti di sostegno, pur  ravvisando la necessita’ di vigilare su una corretta definizione del  fabbisogno onde evitare spiacevoli situazioni in passato gia’  verificatesi. Come ha sottolineato Centemero, esprimiamo soddisfazione per il recepimento delle nostre proposte in materia di orientamento, Anagrafe scolastica e Istituti tecnici superiori. – prosegue – Avanziamo una  motivata contrarietà rispetto alla proposta di abrogare la norma  della ‘ spending review’ del governo Monti che porterebbe ad impiegare  nel settore amministrativo i c.d. , docenti inidonei, determinando
cosi’ un impiego comunque proficuo di risorse umane.Cancellare la norma Monti al contrario configura uno spreco di  denaro pubblico non accettabile di 100 milioni di euro e l’ ennesima  penalizzazione di tanti giovani precari. Lasciare
del tutto improduttive 3500 persone retribuite dalla collettività non è il modo migliore di investire nella scuola, soprattutto in assenza  di risposte adeguate ai giovani che hanno conseguito l’ abilitazione  attraverso il Tfa e oggi rimangono senza risposte”.