Il governo, in merito alla tragedia del ponte Morandi, ha avuto il coraggio di approvare (…salvo intese) un decreto legge ribattezzato ‘urgenze’, senza prendere alcuna decisione concreta e rinviando tutto alle prossime settimane. Genova aspetta risposte da più di un mese, ma ancora niente.

Annunci, selfie, tensioni nella maggioranza, propagandistiche visite lampo in città. E nulla più. Oggi il premier Conte a chi gli chiedeva notizie sulla nomina del Commissario risponde ‘aspettiamo ancora’, aggiungendo ‘vi stupiremo’. Il governo promette, ancora una volta, effetti speciali, ma è al palo. Gli sfollati e i cittadini genovesi vorrebbero, invece, solo una tranquilla normalità. Genova non può più aspettare.