Il Quirinale premia la lotta agli sprechi alimentari

Avanzi Popolo 2.0 è la piattaforma Web che si è data come mission la condivisione del cibo con chi ne ha bisogna. Molti alimenti, infatti, rischiano sempre più spesso di essere sprecati o addirittura buttati con l’approssimarsi della scadenza.

Un’iniziativa che ha consentito al trentottenne barese Marco Ranieri di ottenere la prestigiosa onorificenza al Merito della Repubblica, assegnatagli dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella “per l’appassionato impegno nel recupero e redistribuzione degli alimenti e nella promozione dell’educazione contro lo spreco”. Rainieri è il fondatore dell’associazione Farina 080, messa in piedi con gli amici Antonio Scotti, Marco Costantino e Antonio Spera, di cui è anche rappresentante legale.

Inizialmente il contrasto allo spreco alimentare avveniva quasi esclusivamente basandosi sullo scambio tra privati, ma l’associazione è ben presto passata al recupero e alla successiva ridistribuzione di alimenti provenienti anche da imprese o da eventi in occasione dei quali ne sono stati ordinati in eccedenza. Nel solo capoluogo pugliese, è stato dato il via ad una collaborazione con tre pizzerie, grazie anche al contributo dei volontari che fanno capo all’associazione. Il cibo raccolto viene così consegnato alle suore di madre Teresa di Calcutta per la mensa o alle Caritas parrocchiali.

Un’iniziativa davvero importante che vuole ridare la giusta centralità al valore del cibo e che si vuole giustamente imporre per il contrasto agli sprechi alimentari. “Foodsharing made in Puglia e azioni di contrasto alla povertà attraverso il recupero di cibo in eccesso” è la scritta che compare sulla homepage del sito internet dell’associazione che grazie al prezioso contributo dei circa 620 iscritti ha già raccolto 11.000 Kg di cibo poi donato a chi ne ha bisogno.