Infrastrutture e dissesto idrogeologico: sblocchiamo l’Italia e mettiamola in sicurezza

In tutta Italia ci sono 345 cantieri fermi e su 77 commissari previsti dallo sblocca cantieri, ne è stato nominato soltanto uno. E poi le tragedie sfiorate in Liguria, Veneto, Lombardia e Piemonte di queste ultime settimane. Non c’è tempo da perdere. Il governo fa passerelle, ma poi non ci sono ricette concrete. Noi siamo convinti che per ripartire e mettere in sicurezza il nostro territorio serva una Legge obiettivo 2.0 e una significativa riforma del Codice degli Appalti.
A inizio legislatura, inoltre, ho proposto di istituire una Commissione parlamentare d’inchiesta sul dissesto idrogeologico. Purtroppo ne’ il governo precedente ne’ quello attuale hanno preso in considerazione la proposta di Forza Italia. Noi intendiamo ribadire questa necessità e fare un appello al governo affinché questa Commissione venga istituita. Il tema del dissesto non si può affrontare solo dopo una tragedia. Ci sono 12 miliardi di euro fermi: occorre una pianificazione nazionale per mettere in sicurezza i nostri territori. Sindaci e governatori non possono essere lasciati soli nell’affrontare queste emergenze.