Al Ministro dell’Interno

Per sapere,

premesso che:

presso l’Expo Milano 2015, dal 30 aprile 2015 al 30 ottobre 2015, sono stati impiegati circa 2.400 militari, che secondo quanto riportato dal sito del Ministero della difesa circa 1800 sono stati utilizzati a garanzia della sicurezza dell’evento e 600 per l’operazione “Strade Sicure”;

a seguito dei fatti di Parigi, il Federal Bureau of Investigation (FBI) ha inviato un’informativa ai servizi segreti italiani specificando di aver ricevuto informazioni riguardanti piani di attacco anche per la città di Milano e nello specifico per alcuni luoghi altamente sensibili quali il Duomo di Milano e il Teatro la Scala;

negli ultimi giorni anche nella città di Milano si sono verificati numerosi falsi allarmi di attentatici terroristici. Infatti, è stata chiusa la stazione Duomo della metro gialla di Milano per una valigia sospetta abbandonata su una banchina; un simile allarme è scattato per un trolley abbandonato all’altezza di Porta Romana e per un pacco sospetto di fronte all’edificio del consolato USA. Inoltre, nella giornata del 22 novembre è stato annullato un concerto presso l’edificio Alcatraz di Milano per sospetti attacchi terroristici;

i fatti sopra riportati mostrano come gli organici di Polizia e Carabinieri, attualmente in servizio, siano assolutamente inadeguati nel poter garantire una piena sicurezza e una completa gestione dei possibili rischi;

sembra opportuno prevedere che le forze dell’Esercito italiano dispiegate per garantire la sicurezza di Expo continuino a svolgere i propri compiti in Lombardia al fine di coadiuvare l’attività di Carabinieri e Polizia già in servizio, sollevando le stesse dai compiti di vigilanza fissa, presidio di obiettivi sensibili e altri compiti di routine;

la Regione Lombardia dopo la tragica aggressione dello scorso maggio al capo treno in servizio a Villapizzone e le mancate risposte del Governo in tema di sicurezza, ha stanziato circa 7 milioni di euro per finanziare il “Security Team” di Trenord. Nello specifico, ad un gruppo di 150 Vigilantes è stato affidato il compito di presidiare i treni e le stazioni della Lombardia in modo da accrescere il livello di sicurezza percepita dai pendolari -:

se il Ministro interrogato intenda fornire informazioni riguardo al collocamento dei militari utilizzati come presidio per Expo e quali iniziative intenda intraprendere al fine di mantenere l’intero contingente, o almeno parte di esso, per garantire la sicurezza dei cittadini alla luce delle ultime minacce terroristiche.

RISPOSTA ALL’INTERROGAZIONE PARLAMENTARE