Interrogazione a risposta scritta 4-04877

Destinatari

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA delegato in data 19/05/2014

Interrogazione a risposta scritta 4-04877
presentato da
GELMINI Mariastella
testo di
Lunedì 19 maggio 2014, seduta n. 231

GELMINI. — Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca. — Per sapere – premesso che:
nelle linee programmatiche presentate al Senato (27 marzo 2014) il Ministro interrogato ha dichiarato di aver registrato con dispiacere che la riorganizzazione del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca abbia abolito la competente direzione generale all’istruzione tecnica. Il Ministro si è dunque accorto della qualità strategica di una direzione che è fondamentale per il raccordo tra scuola e mondo delle imprese, per una profonda revisione degli istituti tecnici e per un’ulteriore valorizzazione degli Istituti tecnici superiori (ITS);
nei Paesi avanzati esiste una struttura di questo tipo, con significativi risultati formativi e occupazionali. Ne esiste una in Spagna, Francia, Germania, Svezia e Finlandia. Senza una «cabina di regia» per l’istruzione tecnica, l’Italia perderebbe ulteriore competitività internazionale;
il Presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi e il Ministro Madia hanno presentato il 30 aprile 2014 le linee guida per un’amministrazione rinnovata, più semplice, dinamica e meno ripiegata su se stessa;
la soppressione della direzione generale istruzione tecnica per mantenere, a dispetto della sburocratizzazione, la direzione generale per il Gabinetto del Ministro, è ad avviso dell’interrogante un’azione incoerente con quanto stabilito nelle rinnovate linee guida per la riforma della pubblica amministrazione –:
se intenda semplificare la struttura burocratica di vertice del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca con la soppressione della direzione generale del proprio gabinetto, e attraverso l’istituzione di un’agile e ben organizzata direzione generale per l’istruzione tecnico-professionale che possa operare per il raggiungimento degli obiettivi di rafforzamento del capitale umano nell’ambito della formazione tecnica, per favorire l’occupazione dei giovani, la competitività delle imprese e lo sviluppo socio economico dei territori, in coerenza con gli impegni programmatici presentati dal Governo e dallo stesso Ministro in Parlamento. (4-04877)