La cucina è donna: a Martina Caruso il Premio Michelin Chef Donna 2019

E’ stata la giovane Martina Caruso, classe 1989, ad aggiudicarsi la vittoria del Michelin Chef Donna 2019. Il premio è sbarcato sull’isola di Salina, dove la trentenne è titolare di un albergo con annesso il ristorante che le ha consentito di ottenere il riconoscimento. La struttura è il luogo in cui praticamente è nata, dove ha maturato la passione per la cucina ad alti livelli fin da giovanissima, quando a gestire l’attività di famiglia erano i genitori. Poi l’allontanamento dall’isola per iscriversi alla scuola alberghiera, così da coltivare il sogno di diventare chef. Caparbia e determinata a raggiungere questo obiettivo, ultimati gli studi, Martina ha iniziato una vera e propria gavetta presso famosi ristoranti di tutta Italia e a Londra.
Acquisita l’esperienza necessaria e imparato qualche trucco in cucine importanti guidate da grandi chef, Martina torna nella sua Salina e soprattutto prende in mano le sorti del ristorante di famiglia, iniziando a conseguire numeri successi, premi e menzioni sulle guide. Dal 2016 in poi, i riconoscimenti iniziano letteralmente a fioccare: la giovane siciliana ottiene Due Forchette dal Gambero Rosso che le conferisce anche il riconoscimento di ‘cuoca emergente’, viene designata cuoca dell’anno da Identità Golose, diviene la più giovane stellata d’Italia. Un curriculum corposo che si è ulteriormente arricchito con la vittoria del Michelin Chef Donna 2019, premio sostenuto da Veuve Clicquot.
“Quella di Martina è una cucina strutturata, ma allo stesso tempo fresca e delicata – si legge nella motivazione con cui le è stato conferito il premio -, con proposte originali che esaltano i sapori e i profumi dei prodotti locali. Martina Caruso riceve il premio per la grande volontà e capacità di progredire e di rappresentare la sua isola raggiante, attraverso una grande tecnica e il tocco femminile di una giovane donna”.
La vittoria è avvenuta, oltretutto, in un contesto decisamente competitivo. L’Italia, infatti, rappresenta un’eccellenza globale al femminile per quanto riguarda il prestigioso premio, vantando il più alto numero in assoluto di ‘stelle’ assegnate a donne.