Lavoro, la nostra proposta di legge per occupazione donne e welfare per l’infanzia

Il futuro delle donne passa dal lavoro. A Roma abbiamo presentato la nostra proposta di legge con cui affrontiamo tanto il problema dell’occupazione femminile e della conciliazione dei tempi vita-lavoro, quanto quello della natalità.

In particolare, in favore delle donne lavoratrici abbiamo previsto il rifinanziamento degli accordi aziendali per lo smart working e la conciliazione vita-lavoro; ma anche interventi sul gap retributivo, incentivi per l’occupazione femminile con il doppio sgravio contributivo e fiscale, il rifinanziamento del voucher baby-sitting abolito dal governo gialloverde. E poi la previsione di contributi figurativi ai fini pensionistici per le madri lavoratrici, il rafforzamento di misure premiali per le imprese che realizzano asili aziendali, un forte aumento dei posti nido negli asili pubblici e infine concrete attività di sostegno per l’imprenditoria femminile nel Mezzogiorno.

Il rilancio della crescita nel nostro Paese passa dalla crescita dell’occupazione femminile e, nel medio periodo, da un forte recupero sulla natalità. Dai nostri bambini comincia tutto, sono loro il nostro futuro. E per garantirci un futuro dobbiamo innanzitutto farli, essere messe tutte nelle condizioni di “poterceli permettere”. Senza perdere il lavoro, senza perdere la nostra libertà, senza rimetterci in termini di salario e di opportunità di carriera.