Di Luca Gironi – LombardiaNews24

Milano, 29 mag. 2014: “Il presidente Berlusconi firmerà alcuni dei referendum proposti dalla Lega. Sono da sempre temi di centrodestra: defiscalizzazione, semplificazione, liberalismo, lotta alla degenerazione burocratico-statalista”. Queste le parole di Mariastella Gelmini coordinatrice regionale FI Lombardia, a proposito della decisione di Berlusconi di firmare alcuni dei referendum proposti dal segretario della Lega Nord, Matteo Salvini.

Mariastella Gelmini: “Quella di Berlusconi è anche la firma su un metodo di lavoro. A Milano e in Lombardia ricostruiamo l’alleanza di centrodestra rovesciando la piramide: non partendo dalle segreterie di partito ma dai quartieri. Lancio subito la mia proposta a tutti gli alleati: apriamo in ogni Consiglio di Zona un Checkpoint per i cittadini. Alterniamoci per tenerli aperti il più possibile e raccogliere le segnalazioni dei milanesi sull’inefficienza della Giunta. Facciamo convergere le segnalazioni su un sito web molto semplice: una mappa con un pallino rosso per ogni segnalazione. Porteremo tutto in consiglio comunale, seduta dopo seduta. La Giunta si concentra sulle iniziative cultural-chic in zona 1, ma ha abbandonato Milano”, spiega ancora la Gelmini sulle pagine del quotidiano Il Tempo.

Infine un commento anche sulla relazione del presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, sulla quale la Gelmini spiega: “Riscrivere un codice snello delle relazioni industriali e’ il primo passo da fare. Insieme alla decontribuzione del salario di produttività e a una riforma del lavoro da correggere quanto prima per liberarla dai residui della legge Fornero”.