Manovra: le nostre proposte per la famiglia

Assegno unico, bonus, asili nido. Si parla molto, in questi giorni, di misure a sostegno delle famiglie. Ma, al di là degli slogan, la scelta politica chiara del governo Conte di rinviare l’assegno unico per i figli a carico è un grave errore. Noi andiamo avanti e nella nostra contro-manovra abbiamo previsto il riconoscimento di 150 euro per ogni figlio, dal primo anno di vita fino al compimento del 21esimo anno di età. E a differenza di altre proposte in campo, non prevediamo l’eliminazione di misure già operative a favore dei nuovi nati come il bonus bebè, il bonus mamma, il bonus asili nido.

In Italia una donna su due non lavora e la maternità rimane lo scoglio più grande: dopo il parto non esiste alcun piano di rientro nel mercato del lavoro e mettere al mondo un figlio rischia di diventare un lusso riservato a pochi. Ecco perché bisogna favorire anche l’occupazione e l’imprenditorialità femminile, la parità retributiva di genere e una migliore e più efficace conciliazione delle esigenze di vita professionale e vita privata delle donne.