Anniversario morte Marco Biagi. Raccogliamo il testimone del suo impegno

Nel ricordare oggi l’anniversario della morte di Marco Biagi – vittima della cieca furia brigatista contro qualunque approccio riformista ed innovatore – vorremmo raccogliere il testimone del suo impegno e della sua battaglia civile.
La sua eredità – proprio mentre c’è chi propone il reddito di cittadinanza – è di sorprendente attualità, anche dopo le storture del modello organizzativo del mercato del lavoro introdotte dal Jobs Act.

Vogliamo tornare allo spirito originario della riforma Biagi, continuare a promuovere la costruzione di un mercato del lavoro più efficace e inclusivo, senza alcun residuo ideologico, che possa differenziare gli operatori dei servizi per il lavoro sulla base della loro natura giuridica, tra Centri per l’impiego e operatori privati. Dopo l’infruttuosa stagione dei “bonus a pioggia” che hanno avuto solo un effetto placebo sull’occupazione, rimane ancora più viva e ineluttabile la lezione di Biagi sulla maggiore efficacia degli incentivi normativi rispetto a quelli economici per aumentare l’occupazione nel nostro Paese.