Mentre il segretario del Pd Matteo Renzi si trastulla nel dibattito-rissa tutto interno al suo partito, il premier di un governo ormai ombra di se stesso, assiste impotente allo sbarco nei porti italiani – tramite la marineria di mezza Europa – di  migliaia e migliaia di disperati che partono dal Nord Africa. Ma per Renzi il tema è accomodare leggi e riforme per compiacere sinistra interna ed esterna e galleggiare.
 
L’Europa, che parla di mezzo milione di disperati in partenza per le coste italiane, se la ride. Ma ormai, per il nostro paese, si parla di una vera e propria emergenza nazionale destinata ad aggravarsi e a portare al collasso le amministrazioni locali. 
 
Una situazione che va affrontata subito e con determinazione, perché non diventi un’altra macchia nera nella nostra credibilità internazionale.