Il rapporto Milano Produttiva della Camera di Commercio, è impietoso per la Giunta milanese. Gli unici due settori riconducibili alla responsabilità del Comune: il lavoro e il commercio sono in flessione. Tutto questo mentre altri comparti, indipendenti dalle politiche comunali, crescono. I dati sono gravi: + 5.2% di disoccupazione a Milano. Le donne disoccupate raggiungono il 33.3%: vuol dire che a Milano i servizi alle donne che lavorano sono nettamente regrediti, malgrado la retorica della Giunta sulla parità. E i giovani disoccupati crescono dello 0.1%, anche qui a dispetto dei tanti progetti su start up e formazione sbandierati dal Comune.