Roma, 10 set  – “Votare la legge Severino è stato un errore, sull’ onda dell’ emotività e dell’ indignazione del Paese dopo i casi Fiorito e Penati. Dovevamo prevedere che avrebbe potuto avere nel giustizialismo un uso distorto, e cosi è accaduto”.