“Per chi fa politica è un dovere rispondere, sempre. Tranne agli insulti. Se poi a usare toni offensivi, sul tema dei migranti, è chi si nasconde dietro una professione, quella del giornalista, che dovrebbe fare della verità la propria bandiera, allora è davvero superfluo rispondere. Il tempo è galantuomo, basta aspettare”. Così Mariastella Gelmini ha commentato su Facebook quanto scritto da Andrea Mollica sul blog di Gad Lerner.