Per i regali di Natale gli italiani tornano a caccia delle botteghe

?????????????????????????????????????????????????????????

Secondo le stime sviluppate in base a un sondaggio effettuato da SWG, il 2018 vede un importante aumento, pari a circa il 25% rispetto allo scorso anno, di italiani che metteranno sotto l’albero doni acquistati presso i negozi del proprio quartiere. L’indagine statistica, commissionata da Confesercenti, premia dunque le attività commerciali e gli artigiani che saranno mira di circa 8,5 milioni di italiani, nella speranza si possa giungere a un’auspicabile inversione di tendenza, dopo le contrazioni nelle vendite registrate per tutto il 2018, ma non solo. Il dato era infatti negativo da ben quattro anni, nel corso dei quali il settore ha perso circa 65mila posti di lavoro ed ha visto la chiusura di numerosissimi esercizi commerciali, il che ha avuto, a sua volta, una ricaduta significativa sugli affitti dei negozi. Se i dati del sondaggio dovessero essere confermati, i centri urbani potrebbero iniziare a popolarsi nuovamente di negozi, il che contribuirebbe anche a fornire un maggiore senso di sicurezza e di vivibilità delle città.

Come sostiene, infatti, la presidente di Confesercenti, Patrizia De Luise, ”L’aumento di italiani intenzionati ad acquistare nei negozi di vicinato è una conferma della validità del modello commerciale dei piccoli esercizi, elemento sostenibile e inserito nella realtà sociale ed economica dei territori: chi compra in un negozio fa vivere la propria città”. ”Un modello – ha aggiunto – che torna a guadagnare consensi tra i consumatori proprio grazie alla sua flessibilità e all’integrazione con il tessuto urbano. E che è in grado di integrarsi allo stesso modo con il web e sintonizzarsi sulle nuove sensibilità dei consumatori”.