Roma, 31 mar. (askanews) – “Il caso Regeni necessita di una soluzione chiara, rapida e certa. Non è ammissibile umanamente e civilmente che un nostro ragazzo, un nostro figlio, un nostro connazionale possa essere stato ucciso in un modo così barbaro. Giulio Regeni non era in guerra, era un ricercatore, uno studioso”. Lo afferma Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera.

“Da italiani – aggiunge – pretendiamo che venga fatta luce sull’accaduto e che emerga una verità senza ombre. Le autorità  del Cairo lavorino notte e giorno per trovare i criminali che hanno commesso una simile atrocità. Nel pianto e nel dolore della mamma di Giulio Regeni e della sua famiglia c’è il dolore e l’indignazione dell’Italia intera”.

Categorie: Comunicati