Pininfarina punta a Cina per design e mobilità sostenibile

“Il business con i costruttori cinesi, che già rappresenta una quota significativa del fatturato Pininfarina, crescerà ancora di più nei prossimi anni con l’incremento delle attività nei settori del design (stile e ingegneria) e della mobilità sostenibile”. Lo afferma l’amministratore delegato della Pininfarina, Silvio Pietro Angori, spiegando la presenza della concept Cambiano all’Auto China 2012 di Pechino, in programma da domani al 2 maggio.

La Pininfarina ha partnership con clienti come Baic, Brilliance, Chery, Faw e Jac. “Abbiamo anche – osserva Angori – una sede a Shanghai con una consistente presenza di risorse qualificate per rispondere alle esigenze di design e di ingegneria del veicolo e per poter sfruttare al meglio l’ evoluzione del mercato. La Cina, infatti, richiede sempre di più servizi di elevato contenuto tecnico ed una presenza locale”.

Angori spiega che la Cambiano, eletta concept car più bella del Salone di Ginevra, “è la più compiuta esemplificazione di ciò che Pininfarina può offrire al mercato cinese: ricerca stilistica volta a definire linee di tendenza atemporali, nella miglior tradizione dello stile italiano e del design Pininfarina; innovazione tecnologica al più alto grado, concretamente applicata ad un progetto contemporaneamente avveniristico ed attuale. La Cambiano spinge in avanti la ricerca nel campo dell’ecosostenibilità”.

Fonte: Ansa