Presidente Anci a Mosca per fiera scarpe

La Russia è uno dei principali mercati di sbocco della calzatura italiana, e per il settore ci si aspetta una crescita a due cifre nei prossimi 3-5 anni. Lo ha annunciato oggi Cleto Sagripanti, presidente dell’Anci, l’associazione nazionale calzaturieri italiani che rappresenta 800 imprese italiane del settore sulle circa 5mila esistenti inItalia e che partecipa con 200 espositori italiani alla Fiera Obuv Mir Kozhi di Mosca. Un appuntamento che si tiene due volte l’anno, «e che suscita sempre enorme interesse dal lato russo», nota l’ambasciatore italiano a Mosca Antonio Zanardi Landi.

Nei primi 11 mesi del 2011, rispetto all’anno precedente l’export italiano in Russia delle calzature è cresciuto del 19,2%. Il fatturato complessivo è di 491 milioni di euro nellostesso periodo. La Russia è per l’ Italia il quinto mercato in termini di valore e il nono in termini di volume nell’export. «Siamo presenti in questo mercato da 15 anni e siamo sempre cresciuti, salvo la crisi del 2008, e contiamo di crescere ancora» ha spiegato Sagripanti ricordando l’asso vincente dello stile italiano.

Se su altri mercati le calzature made in Italy sono già tornate ai livelli pre-crisi, in Russia questo non è ancora successo: «ma abbiamo recuperato gran parte delle quote di mercato grazie alla fiducia che abbiamo nel mercato russo, siamo tornati a investire appena possibile». Quello russo è un mercato specifico, ha ammesso Sagripanti: «’Abbiamo fatto grandi sforzi per avvicinarci al gusto russo, una questione di innovazione che speriamo venga sostenuta dallo Stato italiano».

In passato, notano gli espositori, alcuni dei quali presenti nel Paese dalla caduta dell’Urss, la donna russa prediligeva immagine e aspetto sexy sul comfort; oggi si è molto avvicinata al gusto europeo. Nei prossimi mesi sono in preparazione varie iniziative di supporto ai prodotti dell’eccellenza calzaturiera italiana in collaborazione con l’Ambasciata, tra cui una mostra delle più belle calzature italiane dal 1950 a oggi, indossate dalle star delle varie epoche.

Fonte: Ansa